Accedendo al Pannello Gestione Mail della propria casella Pec, si potranno impostare regole in grado di filtrare i messaggi di posta in arrivo,

provenienti da ciascun tipo di indirizzo email (certificato o meno).





Sarà possibile impostare una o più regole in base alle proprie esigenze, modificarne l’ordine di applicazione e gestirne condizioni ed esiti attraverso l’apposito pannello.

ATTENZIONE: Le regole avranno effetto su tutti i messaggi solo nel caso in cui venga utilizzata la Webmail.
In caso di utilizzo "misto" tra Client e Webmail, le regole non verranno applicate alla posta scaricata sul Client.
Ricordiamo pertanto che, lo spostamento automatico di messaggi dalla Posta in Arrivo su altre cartelle della Webmail non avrà valore sul Client di Posta, che potrà scaricare unicamente i messaggi presenti - e quindi non spostati - sulla cartella Inbox (Posta in Arrivo).

Nel caso vengano impostate più regole per uno stesso account il criterio di applicazione sarà di tipo top-bottom esclusivo.

In base a questo criterio, le regole saranno applicate seguendo un ordine progressivo dall’alto verso il basso; non appena una delle condizioni indicate risulta vera rispetto al messaggio in arrivo, l’azione ad essa associata sarà eseguita e le regole successive, qualora esistenti, saranno escluse.


Alcuni esempi:

Su uno stesso account viene impostata una serie di regole nel seguente ordine:

REGOLA 1: Il campo “A” contiene “mario rossi”* --> Sposta il messaggio nella cartella Spam
REGOLA 2: Il campo “A” contiene “franco bianchi”* -->Sposta il messaggio nella cartella Importanti
REGOLA 3: Il campo “CC” contiene “paolo verdi”* --> inoltra a: nomecasella@pec.it

Caso 1: Arrivo di un messaggio indirizzato A “mario rossi” --> in base alla regola n° 1 viene spostato nella cartella Spam;

Caso 2:Arrivo di un messaggio indirizzato A “franco bianchi” --> in base alla regola n°2, viene spostato nella cartella Importanti

Caso 3: Arrivo di un messaggio indirizzato anche a “mario rossi” e “franco bianchi” --> la condizione della regola n° 1, prima nell’ordine, risulta vera quindi il messaggio sarà spostato nella cartella Spam. In questo caso la regola n° 2 verrà esclusa.

Caso 4: Arrivo di un messaggio in cui in CC compare “paolo verdi” e che nel campo “A” non contiene né “mario rossi” né “franco bianchi” --> in base alla regola n° 3, questo verrà inoltrato all’indirizzo: nomecasella@pec.it

Caso 5: Arrivo di un messaggio indirizzato anche a “franco bianchi” ed in cui in CC si trova “paolo verdi” --> la prima condizione che risulta vera sarà quella della regola n° 2 (il messaggio verrà spostato nella cartella Importanti) e la regola n° 3 sarà esclusa.

Questo criterio vale anche all’interno della stessa regola nel caso in cui vengano impostate più condizioni, in corrispondenza della modalità “Almeno una delle seguenti condizioni è verificata” (Per informazioni più dettagliate sull’impostazione di regole, è disponibile apposita guida).


Alcuni esempi:

Su un account di posta viene impostata la regola seguente che dovrà essere applicata quando “Almeno una delle condizioni seguenti è verificata

REGOLA 1 (basata su una doppia condizione): Messaggi con priorità alta; Il campo “Da” non contiene “mario rossi”* --> sposta nella cartella Urgenti

Caso 1: Arrivo di un messaggio proveniente DA “franco bianchi” con priorità normale --> il messaggio verrà spostato nella cartella Urgenti

Caso 2: Arrivo di un messaggio proveniente da “mario rossi” con priorità normale --> sia la prima condizione sia la seconda risultano false pertanto l’azione non viene eseguita ed il messaggio rimarrà normalmente nella cartella Posta in arrivo;

Caso 3: Arrivo di un messaggio proveniente da “mario rossi” con priorità alta --> la prima condizione risulta vera, pertanto la seconda condizione viene esclusa ed il messaggio, pur avendo come mittente “mario rossi”, sarà inserito nella cartella Urgenti.
(ATTENZIONE: sarà sufficiente modificare la modalità di applicazione della regola, selezionando l’opzione “Tutte le condizioni sono verificate” per far sì che vengano spostati nella cartella “Urgenti” tutte le e-mail con priorità alta non provenienti DA “mario rossi”: in questo caso infatti il criterio di verifica delle condizioni non sarà più di tipo esclusivo).

IMPORTANTE: selezionando la condizione “A tutti i messaggi” all’interno di una regola, l’azione associata sarà applicata a tutti i messaggi in arrivo.
Pertanto, tutte le condizioni e/o regole successive nell’ordine, verranno escluse e non applicate.

Per maggiori dettagli sulle modalità e l’ordine di applicazione delle regole, è disponibile apposita guida.

*N.B. la ricerca eseguita è di tipo “case-sensitive”, ovvero l’applicazione distingue tra caratteri minuscoli e maiuscoli.
Occorre pertanto prestare attenzione alle stringhe inserite in fase di impostazione delle condizioni.


Per maggiori dettagli è disponibile apposita Guida Filmata.

ATTENZIONE: Nel caso in cui sia impostata la regola di inoltro di un messaggio ad un altro indirizzo, e tale messaggio da inoltrare provenga da una casella di posta non certificata, questo sarà inoltrato, all’indirizzo selezionato, con il seguente oggetto: ANOMALIA MESSAGGIO , ma sarà comunque correttamente recapitato, all’indirizzo e al forward scelti.