Le caratteristiche e i vantaggi offerti dal servizio di Posta Certificata sono molteplici come ad esempio:


Semplicità di utilizzo: Una casella di Posta Certificata si utilizza come una normale casella di posta elettronica, ed è possibile consultarla sia tramite
webmail sia tramite programma di posta (Es. Outlook Express, Mozilla etc..) Non è pertanto necessario installare alcun software, ne altro tipo di applicazioni per l’utilizzo.


Sicurezza: Il servizio utilizza i protocolli sicuri POP3s, IMAPs, SMTPs ed HTTPs. Tutte le comunicazioni sono protette perché crittografate e firmate digitalmente.


No Virus e Spam: l’utilizzo dei protocolli sopra descritti rendono il servizio PEC pressoché immune dalla fastidiosa posta spazzatura.


Risparmio: Confrontando i costi di una casella dell’offerta Pec
con quello di strumenti quali fax e raccomandate è evidente il risparmio che si può ottenere non solo in termini economici, ma anche di tempo.


Velocità di consegna: i tempi di consegna sono praticamente azzerati rispetto al canale di posta tradizionale.


Valore legale: a differenza della tradizionale posta elettronica viene riconosciuto pieno valore legale, poichè:


  • Durante la trasmissione un messaggio NON può essere alterato e nel momento in cui esso giunge al server del gestore certificato per l'invio, ottiene un codice identificativo ben preciso che verrà riportato sulla Ricevuta di Accettazione e che corrisponderà anche a quello indicato nella Ricevuta di Consegna.
  • La Ricevuta di Consegna assicura al mittente che il messaggio non abbia subito modifiche durante la trasmissione e attesta la certezza dell'avvenuto recapito alla casella destinataria.
  • Il fatto che lo scambio di dati avvenga in ambiente sicuro tutela, inoltre, la riservatezza totale della comunicazione: il messaggio verrà consegnato esclusivamente ai destinatari specificati e, per ognuno di essi, il mittente riceverà una specifica Ricevuta di Avvenuta Consegna.
  • Le ricevute di Accettazione e Consegna sono utilizzabili come prova certa e inequivocabile e attestano la data di consegna e di ricezione del messaggio, conservando la traccia della comunicazione avvenuta fra mittente e destinatario: sono proprio queste che, in caso di controversie o dispute, possono essere presentate perché valide legalmente.
  • Nel caso in cui il mittente smarrisca le ricevute, è possibile risalire ugualmente alla traccia informatica delle operazioni svolte: in base al Decreto tali dati devono essere mantenuti per 30 mesi in un apposito registro informatico custodito dai gestori stessi: tale registro ha lo stesso valore giuridico delle ricevute.